Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

Esenzioni

Questa area del sito raccoglie i provvedimenti che danno diritto ai disabili ad alcune esenzioni.
Di seguito potrete trovare i link ai vari provvedimenti.

ESENZIONE DAL PAGAMENTO DELLE TASSE POSTALI PER I CIECOGRAMMI

Egregio Presidente, faccio riferimento alla Sua richiesta di informazioni di pari oggetto e, come già comunicato telefonicamente, Le riconfermo che l’ultimo congresso UPU in ordine di tempo (Bucarest 5 ottobre 2004) – il cui regolamento di esecuzione delle decisioni adottate è stato approvato appunto con il citato D.P.R. 12 gennaio 2007, n. 18 – ha mantenuto le esenzioni da ogni tassa postale dei cecogrammi fino a 7 chilogrammi e dei prodotti assimilati.
Poste ha quindi ribadito a tutti gli uffici postali, con recentissime disposizioni interne, la esenzione totale da ogni affrancatura e da tutti gli eventuali servizi accessori (raccomandazione, espresso, avviso di ricevimento, assegno, ecc.) delle spedizioni dei cecogrammi e assimilati.
E’ stato inoltre chiarito che, conseguentemente alla eliminazione della posta ordinaria, la sovrattassa aerea non deve essere più richiesta per la tipologia di spedizioni in questione.
Nel rimanere a disposizione per chiarimenti e per eventuali segnalazioni di disguidi di cui venga a conoscenza, invio cordiali saluti.

Il Dirigente
Ivano Gatti

ESENZIONE DALLA TASSA DI CONCESSIONE GOVERNATIVA SUI CELLULARI

Riconoscendo che il telefono cellulare può costituire un utile strumento di comunicazione e di soccorso per le persone con disabilità, il Legislatore ha previsto una specifica esenzione dal pagamento della relativa tassa di concessione governativa che, ricordiamo, a tutt’oggi ammonta a lire 10.000 per le utenze cosidette residenziali (cosidetti “family”) e a 25.000 per i contratti “affari”.
Alla fruizione di tale beneficio sono ammessi i soli disabili “invalidi in seguito alla perdita anatomica o funzionale di entrambi gli arti inferiori nonché ai non vedenti.” La specifica certificazione (non è sufficiente quella di invalidità civile o altra) deve essere rilasciata dall’Azienda ULS competente e prodotta al concessionario del servizio all’atto della stipula del contratto di abbonamento.

close

Vuoi restare sempre aggiornato?

Iscriviti alla newsletter per ricevere le notizie nella tua casella di posta!

Non inviamo spam! Leggi la nostra Informativa sulla privacy per avere maggiori informazioni.

Condividi: